La ‘temporalesca r’ e la ‘mite evoljucija’. Anomalie dell’essere e della collettività di “Noi” di Evgenij Zamjatin

Cristiano Schirano Messo a confronto con un passato recente burrascoso, segnato dall’autoaffermazione di pochi, dall’azione squilibrata, violenta e criminale dei totalitarismi, il genere distopico potrebbe…

View More La ‘temporalesca r’ e la ‘mite evoljucija’. Anomalie dell’essere e della collettività di “Noi” di Evgenij Zamjatin

Il luogo-del-non di una rivoluzione perenne. Gli sviluppi recenti di un teatro di contraddizione: da Grotowski all’esperienza del Teatro Laboratorio Alma Alter

Cristiano Schirano   “In fondo, è stato questo interesse per l’essere umano negli altri e in me stesso che mi ha portato al teatro.” Jerzy…

View More Il luogo-del-non di una rivoluzione perenne. Gli sviluppi recenti di un teatro di contraddizione: da Grotowski all’esperienza del Teatro Laboratorio Alma Alter

‘Aggredire l’essenziale’. Esperienze e immagini del dolore in due pellicole di Krzysztof Kieślowski

Cristiano Schirano   “Fuori dalla portata della nostra presenza. Nel paradiso perduto della probabilità. Altrove. Altrove. Come risuona questa parolina.” (Szymborska, La stazione) “solo l’inessenziale…

View More ‘Aggredire l’essenziale’. Esperienze e immagini del dolore in due pellicole di Krzysztof Kieślowski

Annientarsi nell’altro per compiersi. Marina Cvetaeva scompone e ricostruisce la ‘sua’ “Sonečka”

Cristiano Schirano “Sapete perché esistono i poeti? Perché non ci si vergogni a dire le cose più grandi.” (Marina Cvetaeva, Sonečka) Il teatro è il…

View More Annientarsi nell’altro per compiersi. Marina Cvetaeva scompone e ricostruisce la ‘sua’ “Sonečka”